Donare un anno a chi ha bisogno.

La Caritas di Udine cerca SEI VOLONTARI per l’anno di servizio civile nazionale da svolgere in Etiopia e in Grecia. «L’opportunità offerta con l’Anno di volontariato sociale consentirà ai volontari di dedicarsi al settore educativo, educativo-formativo o di sviluppo comunitario in ambito rurale.
E una figura, in particolare, sarebbe trasversale ai diversi settori, quindi impiegata in ambito logistico e di coordinamento progettuale».

 È quanto propongono la Caritas diocesana e l’associazione Mission Onlus aprendo la selezione per quattro volontari, tra i 18 e i 28 anni, che desiderino fare un’esperienza in Etiopia per il Servizio Civile Nazionale all’estero (i cosiddetti “Caschi bianchi”) 2015-16. Due sono invece le posizioni disponibili per il Servizio Civile lanciato da Caritas italiana in Grecia, dove Caritas Udine segue diversi progetti in gemellaggio con Caritas Hellas e Caritas Atene.
 
Entrambi i bandi scadono il 30 giugno, c’è dunque meno di un mese di tempo per fare domanda.
 
In Etiopia sono numerosi i progetti di sviluppo avviati grazie all’intenso legame di amicizia stretto con il Friuli circa 9 anni fa tramite l’opera di un missionario laico, Paolo Caneva, originario di Codroipo. Da allora il Centro missionario e Caritas diocesana hanno avviato con la diocesi di Emdibir una fitta rete di collaborazioni. «L’opportunità offerta con l’Anno di volontariato sociale – spiega Bianca Saracino, di Mission Onlus – consentirà ai volontari di dedicarsi al settore educativo, educativo-formativo o di sviluppo comunitario in ambito rurale.
E una figura, in particolare, sarebbe trasversale ai diversi settori, quindi impiegata in ambito logistico e di coordinamento progettuale».
In Grecia i volontari opereranno, tra l’altro, nelle strutture destinate all’accoglienza dei profughi e nelle sedi Caritas deputate al sostegno alla popolazione locale.

Tutti i dettagli dei bandi sono scaricabili dal sito www.serviziocivile.gov.it