Gemellaggio Udine-Etiopia: in visita il Vescovo di Emdibir

Mons. Abune Musie Gebregiorghis alla parrocchia di San Marco sabato 13 ottobre

Da anni la Diocesi di Udine è gemellata con l’Eparchia (Diocesi) etiope di Emdibir. Lo storico accordo di pace tra Eritrea ed Etiopia, dopo più di vent’anni di ostilità, non ha raggiunto le prime pagine dei quotidiani italiani nonostante le relazioni tra i due Paesi siano fondamentali per la stabilità del Corno d’Africa. Grazie alla leadership del nuovo primo ministro etiope Ahmed, in carica dallo scorso aprile, il 9 luglio è stata siglata la “Dichiarazione congiunta di pace e di amicizia” con l’Eritrea, guidata dal 1993 dal Presidente Afwerki. Nato nella cittadina di Agaro, nello stato dell’Oromia, da padre musulmano e madre cristiana, Abiy Ahmed, 42 anni, internamente sta promuovendo la pacificazione tra i gruppi etnici maggioritari in Etiopia (oromo, amhara e tigrini), esternamente sta tessendo relazioni economiche e diplomatiche con tutti i paesi limitrofi. L’accordo tra Etiopia ed Eritrea pone fine allo stato di guerra dichiarato il 6 maggio 1998 e fa ripartire le relazioni commerciali nell’area del Corno d’Africa, strategica per il controllo del Mar Rosso. “Ho visto pianti di gioia” riferisce Abeba Demisse, etiope, operatrice della Caritas diocesana, appena rientrata da una visita alla propria terra madre. “La percezione delle persone è di essere un unico popolo. Ci chiediamo come abbiamo fatto a resistere così a lungo divisi.” continua Abeba “La popolazione sta vivendo con entusiasmo questo momento. Tantissime famiglie sono state letteralmente smembrate vent’anni fa: i padri eritrei ed etiopi venivano espulsi e rimpatriati nel paese di loro nazionalità. Le comunicazioni venivano impedite. Vedere oggi i genitori, di una e dell’altra parte, che riabbracciano i propri figli ormai grandi e coppie che si ritrovano dopo una così lunga separazione forzata, sta coinvolgendo emotivamente entrambi i Paesi!” In occasione della festa del “Addis Amet”, ovvero il capodanno etiope (11 settembre 2018), i confini sono stati riaperti e i due popoli hanno potuto ricongiungersi tra canti festosi e lacrime commosse. Durante il mese di ottobre, mese missionario, avremo occasione di ascoltare cosa sta avvenendo dalla viva voce di Mons. Abune Musie Gebregiorghis Vescovo di Emdibir, città etiope a circa 180 km dalla capitale Addis Abeba, fortemente legata alla nostra Diocesi grazie a diversi progetti di cooperazione e sviluppo a cura del Centro Missionario e della Caritas di Udine. In Friuli il Vescovo Gebregiorghis si fermerà alcuni giorni.

Sabato 13 ottobre alle ore 18.30 celebrerà la Santa Messa presso la Parrocchia di San Marco a Udine. Alle 19.30 la parrocchia ospiterà un incontro pubblico sulla situazione socio-politica nel Corno d’Africa. A seguire cena etiope. La testimonianza di Mons. Gebregiorghis sarà arricchita dal racconto di alcuni giovani che hanno vissuto l’esperienza del Servizio Civile Universale nei due progetti di Missiòn Onlus e Caritas diocesana proprio ad Emdibir: i “caschi bianchi” operano a supporto di una scuola tecnica di formazione professionale e promuovono interventi di agricoltura rurale per sostenere l’economia delle famiglie attraverso gli orti comunitari. Domenica 14 ottobre, il Vescovo di Emdibir celebrerà la Santa Messa delle ore 9:45 a Treppo Carnico e la sera alle ore 19.00 a San Daniele.

Scarica qui il programma.