Servizio civile con Caritas: bando per 4 candidature, destinazione Etiopia

Le domande vanno presentate entro le ore 14 di lunedì 26 giugno 2017. I giovani coinvolti saranno impegnati nella realizzazione del progetto «Formazione per lo sviluppo in Etiopia». Qui tutti i requisiti necessari e i profili richiesti.

Caritas italiana e Caritas diocesana di Udine danno la possibilità – a giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni (28 anni + 364 giorni) –, di vivere un’esperienza di servizio civile internazionale in Etiopia, nella diocesi di Emdibir, per la realizzazione del progetto «Formazione per lo sviluppo in Etiopia» (per saperne di più vai a questo link). I posti disponibili sono 4, di seguito il dettaglio dei ruoli ricercati e lo specifico del progetto. Il bando scade lunedì 26 giugno alle ore 14.  Destinazione Etiopia Ruoli ricercati4 volontari collaboreranno alle attività sociali della Diocesi di Emdibir, in particolare:  Assistenza alla direzione di una scuola tecnica di formazione professionale; Collaborazione al coordinamento di un intervento rurale di sviluppo comunitario; Collaborazione alle attività educative dell’ONG  locale EmCS; Assistenza logistica all’ONG locale EmCS. LuogoEtiopia, Emdibir (Guraghe Zone),a circa 180 km da Addis Abeba ScadenzaOre 14.00 del 26 giugno 2017 (attenzione: fa fede la data di arrivo della candidatura e non quella di invio) Chi può partecipare al bando?Possono presentare domanda coloro che si trovano in una delle seguenti condizioni: cittadino italiano cittadino degli altri paesi dell’Unione europea; cittadino non comunitario regolarmente soggiornante in Italia. Per partecipare al Bando occorre: aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni + 364 giorni) alla data di presentazione della domanda; non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata; Insieme alla domanda bisogna presentare copia del documento di identità in corso di validità. Per  il progetto in questione la Caritas diocesana di Udine richiede in particolare: Una buona conoscenza dell’inglese; capacità di adattamento unitamente alla disponibilità a vivere in zona rurale; buone capacità relazionali; capacità organizzative e di reportistica;   sarà ritenuto titolo preferenziale l’aver compiuto studi in materie socio-economiche o in agronomia. Come fare domandaLe domande vanno presentate alla Caritas di Udine, in via Treppo, 3  oppure, alla Caritas Italiana. La presentazione può avvenire a mano, via PEC (intestata a chi presenta la domanda) o per raccomandata A/R tramite compilazione e invio di: Allegato 2  e Allegato 3  scaricabili entrambi dal sito della Caritas Italiana: (http://www.caritasitaliana.it/pls/caritasitaliana/v3_s2ew_consultazione.mostra_pagina?id_pagina=7101)  Per informazioni  e approfondimenti relativi al progetto «Formazione per lo sviluppo in Etiopia» è  possibile rivolgersi al numero: 0432 414 512 (Stefano Comand / Bianca Saracino), dopo aver letto con attenzione lo stesso, che trovate alla sezione “Servizio Civile Nazionale” del sito di Caritas Italiana.Per le informazioni sulla candidatura si rimanda invece alla relativa sezione del sito e si raccomanda di prendere visione del bando generale pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.