Nuthalapati Lilly – India

Il progetto è destinato ai bambini più poveri fra i poveri, agli appartenenti alle caste più basse, con il proposito di farli crescere con la consapevolezza delle loro potenzialità, attraverso l’istruzione. Nelle aree dove si trovano le comunità cattoliche non ci sono scuole o centri sociali e i bambini devono percorrere molte miglia anche con condizioni […]

 

‘Progetto per l’istruzione di bambini figli di genitori analfabeti ed economicamente arretrati e di bambini lavoratori.

 

Referente: Nuthlapati Lilly
Vijayawada
Andhra Predesh
INDIA
 

Il progetto è destinato ai bambini più poveri fra i poveri, agli appartenenti alle caste più basse, con il proposito di farli crescere con la consapevolezza delle loro potenzialità, attraverso l’istruzione. Nelle aree dove si trovano le comunità cattoliche non ci sono scuole o centri sociali e i bambini devono percorrere molte miglia anche con condizioni meteorologiche avverse per raggiungere una scuola e sperare in una minima istruzione.
 
Peggiore è la situazione delle bambine, per le quali la stessa società non ritiene che abbiano diritto alla scolarizzazione. Perciò è molto arduo convincere i genitori a incoraggiare l’istruzione delle loro figlie. Ma la Chiesa è sempre al servizio dei poveri e ad essa i poveri le si rivolgono con sentimenti di speranza. La parrocchia si occupa del benessere spirituale dei cattolici presenti, ma c’è anche un piccolo ospedale gestito dalle Suore di Sant’Anna. L’ospedale si è reso disponibile per un check-up medico per i bambini, ma rimane il problema del costo dei medicinali che le famiglie non sono in grado di sostenere.
 

Azioni – Obbiettivi – Finalità

 
 
 
Il progetto mira ad aumentare il numero di bambini che frequentano la scuola: il primo passo verso un cambiamento che incrementi la fiducia in sé stessi, utilizzi le risorse ambientali, faccia crescere l’economia produttiva delle famiglie, aumenti le prospettive di istruzione delle generazioni future. L’obbiettivo è anche quello di creare consapevolezza nei genitori sull’importanza della formazione dei loro figli. Vengono forniti ai bambini: materiale per lo studio, divise, sostegno alimentare e sanitario.
Il progetto coinvolge St. Elizabeth Educational Society, che è una società registrata e gestita da un gruppo di laici, il cui comitato si riunisce due volte l’anno per discutere le azioni della scuola e verificare l’effettiva attuazione del progetto Alcuni insegnanti collaborano con stipendi minimi per lezioni serali a bambini. . La Chiesa locale conosce il progetto e lo appoggia. Purtroppo non abbiamo alcun sostegno finanziario dalle istituzioni locali.
Il responsabile del progetto si impegna a relazionare periodicamente l’Associazione Missiòn sull’andamento del progetto.
 
Contesto Generale – Politico – Sociale – Religioso.

 
Il progetto opera nella Diocesi di Vijayawada, nel villaggio di Gollapudi del distretto di Krishna che, tra i suoi abitanti, conta circa 250.000 cattolici distribuiti in 850 villaggi. La popolazione è composta da un miscuglio di molte religioni, caste e classi sociali. Gran parte degli abitanti versa in grave stato di povertà, non possiede terre per coltivare e vive alla giornata. Sono principalmente della comunità ‘Dalit’, sono considerati intoccabili e soffrono di una forte discriminazione sociale.
Questa comunità è analfabeta da sempre e il governo non è in grado di provvedere all’istruzione di tutti. Si tratta in gran parte di agricoltori, occupati solo per la stagione agricola e con redditi ben al di sotto della soglia di povertà. I loro figli diventano le peggiori vittime della fame, vengono ritirati dalla scuola e messi al lavoro per incrementare le entrate familiari. Perdono la loro infanzia e il loro diritto allo studio. Lo stato dell’Andhra Pradesh ha il più alto numero di bambini lavoratori e il 50% proviene dal distretto di Krishna. Un gran numero di contadini in povertà migra verso le grandi città in cerca di lavoro e i loro figli vivono per strada diventando spessissimo vittime del crimine.