Bochicchio – Argentina

La parrocchia e stata retta per diverso tempo da sacerdoti friulani che hanno sviluppato la scuola. Ad essa accedono anche bambini provenienti da famiglie disagiate che non sono in grado di sostenere le spese scolastiche.
Attraverso questo progetto di Sostegno a Distanza si vuole garantire loro la possibilità di frequentare un regolare corso di studi sin dalla prima infanzia.

PROGETTO JARDIN NUESTRA SENORA DE MONTSERRAT E COLEGIO MARIA INMACULADA.
Referente:
 
Bochicchio Luis
Economo CARITAS
Obispado de San Martin
Calle 91 (San Lorenzo) n° 2416
1650 – San Martin
(Bs. As.) – Argentina
 

 Sintesi:

 
 L’iniziativa vuol aiutare 120 bambini ospiti del Collegio Maria Immacolata di S. Martin a Buenos Aires.

La scuola – Collegio è situata in un quartiere povero alla periferia di Buenos Aires. E’ frequentata da oltre 500 alunni di cui 120 necessitano di un’assistenza economica completa (le loro famiglie non sono in grado di mantenerli).
L’età dei ragazzi oscilla tra i 3 e i 15 anni, cioè dall’età prescolare alla conclusione del “Ciclo di educazione generale di Base”.
Ai ragazzi viene data un’istruzione scolastica seria e completa e un’educazione cristiana di cui hanno tanto bisogno e che è sentita come esigenza dalle famiglie.

Contesto economico e sociale:

L’economia dell’Argentina si basa principalmente sull’agricoltura e sull’allevamento. Il paese è una delle prime nazioni al mondo per la produzione di bestiame e di frumento, a cui sono legate anche le attività manifatturiere. L’Argentina è anche un importante mercato per le griffe. Nonostante questo i ceti medi hanno pagato anni di politiche liberiste con una riduzione delle entrate. Negli strati più poveri, i nuovi posti di lavoro sono mal pagati e precari. L’istruzione primaria è gratuita e obbligatoria dai 5 ai 14 anni. Il tasso di alfabetizzazione della popolazione adulta, uno dei più alti dell’America latina, è pari al 97,2% (2005). Nonostante questi dati ufficiali, secondo una agenzia International Service Press del 2 febbraio 2006, quasi la metà dei bambini argentini tra i tre e i cinque anni non ricevono un’istruzione formale.
 
In Argentina, la povertà riguarda il 55 per cento dei minori di 14 anni e, secondo le ultime cifre ufficiali che si riferiscono al primo semestre del 2005, questo indicatore cresce fino al 60 per cento nella zona metropolitana di Buenos Aires e a più del 70 per cento nella regione nord-orientale del paese.
Anni di austerità hanno seriamente minato la qualità delle cure mediche nel Paese, specialmente nelle province dell’interno dove si registrano i maggiori problemi economici. Nonostante il numero dei medici per abitanti sia elevato, sono gli ospedali privati della capitale ad avere le attrezzature più avanzate.
La libertà di stampa è stata ripristinata nell’83 dall’UCR. In passato molti giornalisti erano stati uccisi, soprattutto alla fine degli anni ‘70, per aver espresso le loro opinioni.
La lingua ufficiale è lo spagnolo, che è parlato dalla maggioranza degli abitanti. Sopravvivono idiomi amerindi, come il quechua e il guaicurú. Molto diffuso è l’italiano, seguito dall’inglese, dal francese e dal tedesco. La grande maggioranza della popolazione è cattolica (91%); minoranze di protestanti e di ebrei raccolgono, ciascuna, circa il 2% della popolazione.

Contesto Locale:

 La parrocchia di Maria Imaculada ha la scuola materna Jardin Nuestra Senora de Montserrat e la scuola elementare Colegio Maria Inmaculada..

La parrocchia e stata retta per diverso tempo da sacerdoti friulani che hanno sviluppato la scuola. Ad essa accedono anche bambini provenienti da famiglie disagiate che non sono in grado di sostenere le spese scolastiche.

Attraverso questo progetto di Sostegno a Distanza si vuole garantire loro la possibilità di frequentare un regolare corso di studi sin dalla prima infanzia.