09/2020 – Giovani di Solano Costruttori di Pace

 

09/2020
Paese Colombia Località Solano-Caquetà—Vicariato Apostòlico di Puerto Leguizamo – Amazzonia
Responsabile e Referente Padre Angelo Casadei (missionario della Consolata)
Titolo Giovani di Solano Costruttori di Pace

 

Contesto locale:

Il Municipio di Solano, sede della parrocchia è situato nel sud della Colombia in piena foresta amazzonica e conta 2.000 abitanti. Il territorio ecclesiastico è composto di 100 villaggi raggiungibili via fiume, a piedi e a cavallo. La città più vicina Florencia dista 170 km ed è raggiungibile solo via fiume. Il municipio di Solano conta uno dei più bei parchi Amazzonici della Colombia dove vivono specie di flora e fauna non ancora catalogate e popolazioni indigene isolate.

Solano è stata fondata il 12 novembre1936 e i Missionari della Consolata, giunti nel 1952, hanno creato il Centro di Missione nel 1959 ed eretto la Parrocchia nel 1968.

Nel tempo il territorio ha subito varie ondate di colonizzazione, con lo sconsiderato sfruttamento della Foresta, di animali, di legname e con la coltivazione della coca per l’estrazione della cocaina ed è stato rifugio di banditi, sede di guerriglia e delle FARC-EP. Ora dopo l’accordo di pace, gruppi di dissidenti continuano la lotta armata arruolando giovani nelle loro fila.

Il territorio è diviso in Comunità, ciascuna composta da 8 o 12 villaggi, e in ciascuna delle quali vi è una Scuola Media Superiore e un Collegio, dove alloggiano i ragazzi dei villaggi.

La popolazione vive di allevamento di bestiame, e produce latte e formaggio per l’industria. A livello agricolo c’è un’economia di autoconsumo e commercio locale. Si producono yuca, banane, canna da zucchero, mais e riso. Vengono allevati animali da cortile e c’è anche una piccola pescicoltura.

I trasporti tra le varie comunità e la città capoluogo sono possibili solo via fiume e sono molto costosi.

L’evangelizzazione è iniziata con i Padri Cappuccini ai quali sono seguiti i Missionari della Consolata.

 

Obiettivo: 

Dopo la firma dell’accordo di pace con la FARC-EP la zona, teatro delle guerriglie più forti del Paese, sta ora vivendo una fase molto delicata: c’è da ricostruire una società per molti anni dominata dalle armi legali e non. Stanno emergendo gruppi di “dissidenti” che non hanno aderito alla pace e vogliono continuare a governare con la forza. Le future generazioni sono quelle più a rischio sia perché manca una formazione umana e religiosa, sia perché i giovani per soldi e/o sete di potere o anche solo per ignoranza, si lasciano convincere ad arruolarsi nelle file dei gruppi armati illegali. Inoltre la conca Amazzonica deve essere conservata per il bene dell’umanità. È pertanto importante far prendere coscienza ed educare le nuove generazioni perché conoscano e amino il luogo privilegiato in cui vivono.

Tenuto conto di queste premesse, l’obiettivo che il progetto si prefigge è quello di formare giovani leader perché saranno costoro che attireranno e formeranno altri giovani da educare alla pace e a trasmettere loro i valori umani e cristiani perché siano custodi della Casa Comune in cui vivono.

Ciò avverrà attraverso varie attività durante un anno di formazione attraverso corsi della durata di una giornata al semestre in ogni Comunità per un totale di due all’anno. L’attività prevede incontri nei Collegi, dove vivono i giovani più a rischio, sui temi della pace e della riconciliazione, dei valori umani e religiosi; partecipazione a incontri nel Vicariato Apostolico di Puerto Leguizamo; recupero della storia della parrocchia nei suoi 50 anni di vita; acquisto di materiale didattico; rinfreschi, valutazioni e altri impegni concreti.