03/2019 – Un acquedotto per l’ospedale di Gatongati

03/2019
Paese Burundi Località Collina di Gatongati, provincia di Muyinga
Responsabile e Referente Don Runditse Emmanuel
Titolo Un acquedotto per l’ospedale di Gatongati

 

Contesto locale:
Muyinga è un comune che conta 138.227 abitanti (censimento del 2008), si estende su 47 colline e si trova nel nord est del paese, al confine con la Tanzania e il Rwanda.

La zona fino al 2016 disponeva solamente di un ospedale centrale e di centri di salute dislocati in modo non uniforme su alcune colline e non facilmente raggiungibili dalle quelle popolazioni che vivono in villaggi distanti oltre i 12 KM dal centro di salute (i criteri locali considerano tale distanza adeguata per un’agevole percorrenza).

Grazie ad un progetto promosso dalla Onlus Amahoro, al quale ha contribuito anche Missiòn Onlus (v. micro-progetto n. 5/2017), è stato costruito un Centro di Salute con annessa maternità sulla collina di Gatongati, che serva una popolazione stimata di circa 25.000 persone nell’area geografica comprendente 5 colline frazioni del comune di Muyinga (Mahonda, Ruyivyi, Gatongati, Masama, Rugari). La zona non rientra tra le aree rurali del Burundi dove la qualità dell’acqua delle reti idriche e dei pozzi è soggetta a controllo (nel 2015 solamente il 52% della popolazione rurale aveva accesso a fonti di acqua potabili migliorate). L’area infatti è caratterizzata da un’alta incidenza di casi di dissenteria e malnutrizione. La popolazione di queste cinque frazioni si rifornisce di acqua potabile prelevandola da una fonte ubicata a valle. Il trasporto delle taniche viene fatto a piedi lungo un percorso in salita di 4 km.

La stessa Commissione Europea ha individuato nella promozione dell’accesso a fonti d’acqua potabile presso i centri di Salute una priorità da affrontare in Burundi

 

Obiettivo del progetto:

Il progetto si propone di fornire il Centro di Salute di Gatongati di acqua potabile per favorire l’accesso all’acqua alla popolazione locale e migliorarne le condizioni sanitarie e la qualità di vita.

Beneficiari diretti saranno circa 10.000 abitanti dei 25.000  abitanti le 5 colline di Mahonda, Ruyivyi, Gatongati, Masama, Rugar, che potranno avere così accesso a nuove fonti di acqua potabile presso il Centro di Salute  e circa 1.000 immigrati provenienti dai paesi confinanti della Tanzania e del Rwanda  che si serviranno del Centro di Salute, nonché 20 operai apprendisti che verranno formati per la manutenzione e gestione della rete idrica e due formatori sanitari che saranno istruiti dall’esperto in gestione sostenibile dell’acqua e servizi igienico-sanitari.

Beneficiari indiretti saranno: circa 2.500 persone destinatarie delle campagne di sensibilizzazione sulla gestione sostenibile dell’acqua residenti nelle colline interessate dal progetto, 30 operatori sanitari di comunità che saranno istruiti dai formatori sanitari in gestione sostenibile dell’acqua potabile e dei servizi igienico-sanitari, le istituzioni locali e statali che potranno beneficiare di servizi di informazione e prevenzione aggiuntivi nonché migliaia di utenti della rete (facebock, YouTube, Twitter) raggiunti dalla campagna di audience development (video, post in rete, etc.)